mare blu vento calabria

Mare, impertinente sconquasso d’eternità

Mare, amore, amare, mer, meraviglia,
grand-mère, madre, ma-re-a, re e regina.
Cuando te veo, me mareo“…
Ieratico capogiro,
mareggiata mai amareggiata,
sentimento e presentimento,
carezza di saudade e boato nel silenzio cremisi,
ritorno a Casa senza comode posture,
l’ignoto ti è custode,
il passo scalzo delle onde,
gioie future o sventure?
Trambusto a vele spiegate,
senza spiegazioni t’amo. Amo.
Mare, impertinente sconquasso d’eternità.

(Inedita, Cecilia Martino 2017)

mare blu vento calabria
Niente mi pettina bene come il vento – Bianco (RC) Agosto 2017

Mar, amor, amor, mer, maravilha,
grand-Mère, mãe, MA-Re-a, rei e rainha.
Cuando ti veo, me mareo“…
Hierático tonturas,
ondas mai amargurada,
sentimento e pressentimento,
carícia de saudade e barulho no silêncio carmesim,
regresso a Casa sem confortáveis posturas,
o desconhecido te é guardião,
o passo descalço das ondas,
alegrias Futuros ou desgraças?
Agitação em velas, sem explicações, amo-te. Amo.
Mar, impertinente impertinente da eternidade.

Traduzione in portoghese di Wagner Baron

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *