Certe notti a Parigi

Dimenticatevi romanticismo e fuochi d'artificio. La vera città da scoprire è un'altra e parla la lingua dell'eccesso.
Articolo pubblicato su SMOKING - Periodico della Federazione Italiana Tabaccai, Numero 41 - Luglio/Dicembre 2009

La cosa più allettante di alcune metropoli del mondo, è il loro essere esattamente il contrario di quello che vogliono far credere ai turisti. Miti da sfatare o allegorie della finzione post-moderna, i luoghi comuni non risparmiano nemmeno la capitale del savoir-fare: Parigi. Da una metropoli che cambia ogni sei mesi, d'altronde, cosa ci si può aspettare? Tutto, fuorchè la "solita" Parigi. Dimenticatevi dunque romanticismo, brasserie da chef pluristellati e fuochi d'artificio sulla Tour Eiffel. La vera città da scoprire è un'altra e parla la lingua dell'eccesso dove le buone maniere rimangono buone ma solo per una questione di innegabile stile. L'ultima trovata della filiera alberghiera farebbe rabbrividire i bohémiens vecchio stampo ma d'altronde - replicherebbero i parisiens moderni - c'è modo e modo, e il modo alla francese fa la differenza. Ma andiamo al punto.

Continua a leggere tutto l’articolo in pdf cliccando qui

In evidenza
Post recenti
Archivio
Keywords
Seguimi sui Social!
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

I contenuti presenti sul sito "www.ceciliamartino.it" non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'Autrice stessa. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall'Autrice.

Copyright © 2006 - 2018 CECILIA MARTINO. All rights reserved